torna                                   

 Scuola Primaria di Castelluccio Inferiore
Classe Quarta
PROGRAMMA IL FUTURO 2014/2015
 









 




Progetto “Programma il futuro”: l’Istituto Comprensivo di Castelluccio Inferiore tra le scuole premiate.
Lo scorso 26 maggio, a Roma, nella Sala della Comunicazione del MIUR, sono stati presentati i dati relativi al primo anno di sperimentazione dell’iniziativa “Programma il Futuro”, lanciata dal MIUR in collaborazione con il CINI, Consorzio Interuniversitario Nazionale per l'Informatica,e sono stati consegnati i riconoscimenti alle scuole per l’impegno della crescita  del progetto.
All’evento sono intervenuti il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini e i rappresentanti delle aziende partner.Il progetto triennale,avviato nell'ambito del programma "La Buona Scuola", è rivolto in particolare alle scuole primarie, con l'obiettivo di "educare al pensiero computazionale" per sviluppare negli studenti competenze logiche e capacità di risolvere problemi in modo creativo ed efficiente, attraverso la programmazione (coding) in un contesto di gioco.

Nel corso di quest'anno scolastico il progetto ha registrato la partecipazione di 304.761 studenti e 2.066 scuole. Le classi coinvolte sono state in totale 16.336 (il 55% della primaria, il 27% della secondaria di primo grado, mentre il 15% della secondaria di secondo grado).
Anche la classe quarta della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo di Castelluccio Inferiore, diretto dalla Prof.ssa Mariapina Miraglia, ha aderito al progetto, partecipando all’Ora del Codice durante la Settimana di Educazione all’Informatica, 8-14 dicembre, insieme a milioni di studenti di tutto il mondo, e svolgendo alcune attività del Corso Introduttivo, che sarà completato il prossimo anno.
Il nostro Istituto Comprensivo è risultato tra le 85 scuole premiate, con l’assegnazione di uno dei 10 tablet offerti da Telecom Italia.
La referente del progetto, ins. Maria Laura Altieri, ha commentato: “Gli alunni hanno partecipato con entusiasmo e sono giustamente orgogliosi del riconoscimento ricevuto, anche se non è stato possibile, data la distanza, partecipare all’evento e ritirare personalmente il premio. Per il prossimo anno scolastico l’obiettivo è quello di coinvolgere più classi, nonostante le attrezzature informatiche siano limitate.”